Endocrinologia e prevenzione della tiroide…
Il nodulo tiroideo. Cosa ne sappiamo?
Il nodulo tiroideo rappresenta una delle patologie endocrinologiche più frequenti in assoluto, recenti stime evidenziano come sia presente in circa il 10% della popolazione italiana (circa 6 milioni di abitanti), con picchi di circa il 65% in alcune ristrette aree di iodocarenza e come questa incidenza renda il nodulo tiroideo e in maggior misura il gozzo (tiroide aumentata di volume con o senza noduli tiroidei) una malattia ormai endemica in Italia. La prevalenza dei noduli tiroidei sembra aumentare con l’avanzare dell’età e sono più frequenti nel sesso femminile, come detto, nelle aree a iodocarenza e nei soggetti sottoposti ad irradiazione tiroidea.
Molto spesso il riscontro di un nodulo tiroideo è occasionale, o direttamente per l’autopalpazione del collo o per la palpazione da parte del medico curante, o in seguito ad esami radiologici, più spesso ecografici, eseguiti per valutazione tiroidea o anche no, come l’eco doppler dei tronchi sovraortici. La scoperta accidentale di noduli tiroidei non palpabili nella popolazione generale sta aumentando progressivamente. Il 95% di tutti i noduli tiroidei sono benigni, mentre circa un 5% si presentano già come tumori maligni al momento dell’osservazione clinica.

Richiedi informazioni:

Endocrinologia e prevenzione della tiroide…
Il nodulo tiroideo. Cosa ne sappiamo?
Il nodulo tiroideo rappresenta una delle patologie endocrinologiche più frequenti in assoluto, recenti stime evidenziano come sia presente in circa il 10% della popolazione italiana (circa 6 milioni di abitanti), con picchi di circa il 65% in alcune ristrette aree di iodocarenza e come questa incidenza renda il nodulo tiroideo e in maggior misura il gozzo (tiroide aumentata di volume con o senza noduli tiroidei) una malattia ormai endemica in Italia. La prevalenza dei noduli tiroidei sembra aumentare con l’avanzare dell’età e sono più frequenti nel sesso femminile, come detto, nelle aree a iodocarenza e nei soggetti sottoposti ad irradiazione tiroidea.
Molto spesso il riscontro di un nodulo tiroideo è occasionale, o direttamente per l’autopalpazione del collo o per la palpazione da parte del medico curante, o in seguito ad esami radiologici, più spesso ecografici, eseguiti per valutazione tiroidea o anche no, come l’eco doppler dei tronchi sovraortici. La scoperta accidentale di noduli tiroidei non palpabili nella popolazione generale sta aumentando progressivamente. Il 95% di tutti i noduli tiroidei sono benigni, mentre circa un 5% si presentano già come tumori maligni al momento dell’osservazione clinica.

Richiedi informazioni:

© 2014 - Medica Porto Viro snc 45014 Porto Viro - P.iva:01365930294

Contatta        +39-0426-321070